La Nuova Alabarda

      Mučeniška Pot


LA NUOVA ALABARDA È…

… Trieste che riscopre la sua triestinità per universalizzarsi;
è alternativa, dissacrante, maliziosa, insinuante.
Parla di argomenti tabù per gli altri giornali, non ha censure (però le subisce!);
è per l'ecologia, per le garanzie sociali, per i diritti civili;
per una Terra a misura d'uomo e per gente rispettosa della Terra;
è antifascista, è contro le guerre ed i razzismi,
contro la distruzione del territorio e le speculazioni edilizie.
Legge Carolus Cergoly e Primo Levi, Srecko Kosovel e Bertolt Brecht,
Heinrich Heine ed Ernesto Cardenal,
e pubblica le poesie inedite che le vengono inviate.
Parla della storia passata raffrontandola al presente,
perché si conservino i ricordi e non si ripetano più gli errori passati.
La Nuova Alabarda è fatta da liberi pensatori che vogliono cambiare: in meglio.
La Nuova Alabarda è diffusa in forma cartacea a Trieste,
e per conoscerla meglio potete contattare gli indirizzi indicati nel sito.

crimini di guerra italiani
Contatore Visite