Articolo

      Mučeniška Pot


Fausto Biloslavo, Il Più Coraggioso Giornalista Triestino.

Il giornalista triestino più coraggioso?
Ma naturalmente Fausto Biloslavo! che ha avuto il coraggio di tacciare di «negazionisti» e «riduzionisti» delle foibe gli storici Claudia Cernigoi (definita «nota eroina di chi tende a ridurre, se non a negare il dramma delle foibe») e Piero Purini (definito «riduzionista», perché avrebbe affermato che «gli infoibati furono una minoranza di poche decine di persone» (sul Giornale, 5/2/17).
Il coraggio di Biloslavo consiste nel fatto di avere trinciato questi giudizi dopo avere esordito parlando dei «boia di Tito che hanno scaraventato nelle foibe migliaia di italiani».
Dunque il bufalaro che diffonde falsità storiche si permette di infamare chi queste falsità le ha scoperchiate e smentite, basandosi su prove documentali (al contrario di chi le falsità le propaganda). Ci vuole un bel coraggio, effettivamente.
Come ha avuto coraggio Biloslavo a rendere falsa testimonianza nel corso del processo contro Oskar Piškulić (istruito dal PM romano Giuseppe Pititto, che dichiarò di essersi coordinato con l’avvocato piduista Augusto Sinagra per queste indagini), affermando di avere intervistato l’anziano ufficiale fiumano, che aveva però sempre smentito di avere parlato con quel giornalista e che quindi le affermazioni che Biloslavo gli attribuiva non le aveva mai fatte. Biloslavo, per provare che aveva effettivamente intervistato Piškulić, lo descrisse come privo di una gamba.
In realtà, come possiamo testimoniare noi che lo abbiamo conosciuto, il maggiore Piškulić le gambe le ha avute tutte e due, fino alla sua morte, avvenuta diversi anni dopo l’incontro che Biloslavo aveva millantato.


febbraio 2017

Questo articolo è stato letto 167 volte.

Contatore Visite