Dossier

      Mučeniška Pot


La 'Foiba' di Basovizza

Cosa accadde al momento della liberazione di Tries
Dopo la battaglia di Basovizza (30/4/45) la gente del posto gettò nel pozzo corpi di militari, soprattutto tedeschi, carcasse di cavalli (morti durante i raid effettuati dagli aerei britannici nel corso della battaglia) ed anche materiale militare. Ma come nacque quella che oggi si potrebbe definire “leggenda metropolitana” dei massacri di Basovizza?
Scrive lo storico Ennio Maserati: < un gruppo di prigionieri viene da essi (la cosiddetta “Squadra Volante”, n.d.a.) eliminato e scaraventato nella foiba Plutone sul vicino Carso >; ed in seguito: < recupero di numerosi cadaveri di militari italiani e tedeschi e di civili, in particolare nella foiba Plutone di Basovizza (pozzo della miniera) > .
Ora, la foiba Plutone e il pozzo della miniera sono due abissi differenti e piuttosto distanti l’uno dall’altro. Dall’abisso Plutone furono effettivamente estratti 18 corpi di “infoibati” dalla cosiddetta “Squadra Volante”, un gruppo di criminali comuni che si erano finti partigiani, dopo la Liberazione, per compiere ruberie ed omicidi. Maserati però fa coincidere la foiba Plutone col pozzo della miniera di Basovizza, la voragine che divenne poi il simbolo degli infoibamenti e sulla quale fu eretto il monumento nazionale; voragine che si trova da tutt’altra parte. Ed anche il “Giornale di Trieste” insisteva in questo “equivoco” scrivendo in un articolo che ricostruisce (per modo di dire...) la vicenda degli infoibamenti nella Plutone: < si chiamava un camion e si spedivano i condannati verso la foiba di Basovizza > . Perché si fece questa confusione tra abisso Plutone e Pozzo della Miniera?



<< Precedente    Successivo >>

Contatore Visite